Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia Romagna

gessi & solfi

Solfo & carbone: minatori e speleologi nella Romagna orientale

Da domani la mostra Solfo & carbone: minatori e speleologi nella Romagna orientale è riallestita al Museo Civico di Scienze Naturale di Faenza in Via Medaglie D’Oro, 51 dove rimmarra esposta fino all’11 Novembre 2017.


Miniere di zolfo: buio e aria sottile

Sabato 24 giugno 2017 alle ore 18,30 nella prestigiosa sede del “Centro Italiano della Cultura del Carbone” presso il “Museo del Carbone – Grande Miniera di Serbariu Carbonia”, la Squadra Solfi della Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna in trasferta in Sardegna presenterà la conferenza “Miniere di zolfo: buio e aria sottile”, racconteremo le esplorazioni nelle miniere di zolfo romagnole illustrandole con foto e video.

Presenteremo anche il volume: “Gessi e Solfi della Romagna Orientale”, inserito nella collana delle Memorie dell’Istituto Italiano di Speleologia, che conclude e compendia i 3 anni dell’omonimo progetto. 800 pagine di ricerche, esplorazioni, studi ed analisi multidisciplinari.

 

file_extension_pdf Scarica la locandina in PDF

 


Presentazione del volume “GESSI E SOLFI DELLA ROMAGNA ORIENTALE”

Giovedì 11 maggio 2017 l’Archivio Cartografico regionale ospiterà la presentazione del libro “Gessi e Solfi della Romagna Orientale” a seguire l’inaugurazione in Assemblea Legislativa della mostra “Solfo & carbone Minatori e speleologi nella Romagna Orientale”

Il volume Gessi e solfi della Romagna orientale rappresenta l’esito finale dell’omonimo progetto di ricerca lanciato dalla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna (FSRER) nel 2014 cui hanno partecipato Il Servizio Statistica, Comunicazione, Sistemi Informativi geografici e partecipazione, l’Archivio Cartografico e il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna, l’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Romagna, le Università degli Studi di Bologna e di Modena e Reggio Emilia e il Museo Sulphur di Perticara.
Le ricerche hanno riguardato i gessi messiniani e lo zolfo, posti tra le vallate del Rabbi e del Conca, sulla base di un approccio multidisciplinare che ha coinvolto la geologia, la speleologia (sia in cavità naturali che artificiali), l’indagine naturalistica e lo studio storico-geografico e culturale. Il lavoro esplorativo nelle miniere di zolfo della Romagna Orientale, condotto a distanza di oltre cinquant’anni dalla loro dismissione, è stata l’attività maggiormente innovativa e tecnicamente complicata del progetto, portata avanti in ambienti ipogei estremi a carenza di ossigeno.

Il libro e la mostra
Il volume che verrà presentato, giovedì 11 maggio all’Archivio Cartografico regionale (via Aldo Moro 28), rappresenta una fotografia dello stato attuale e si offre come strumento di lavoro per una migliore gestione e pianificazione del territorio, e per una più efficace valorizzazione di un patrimonio naturale e culturale cospicuo che è alla base del senso di identità delle comunità locali.
La documentazione fotografica e video che è stata prodotta durante le riesplorazioni è stata valorizzata nella mostra “Solfo & Carbone – Minatori e speleologi nella Romagna Orientale” che, nel 60mo anniversario del disastro di Marcinelle, crea un parallelismo tra le miniere di zolfo e quelle di carbone. Miniere rese vicine non solo dall’alto livello di pericolosità delle condizioni di lavoro ma anche dall’emigrazione di lavoratori romagnoli in Belgio di cui quattro, ricordati dalla mostra, perirono nel disastro di Marcinelle.
La mostra, oltre a ricordare il tragico evento, vuole porre l’attenzione sulla necessità di non perdere la memoria di chi ha lavorato in queste miniere e le ha lasciate per andare a lavorare in altre miniere dove ha perso la vita. Una memoria strettamente legata alla sopravvivenza delle miniere di zolfo che si stanno distruggendo, abbandonate da ormai più di 50 anni.

Programma
Alle ore 9:30 la presentazione del volume vede la partecipazione di Massimo Ercolani e Piero Lucci (FSRER), Stefano Piastra e Paolo Forti (Università di Bologna) e Maria Luisa Garberi (FSRER e Regione Emilia-Romagna).
Alle ore 13:00 presso l’Assemblea legislativa (Viale Aldo Moro, 50) il consigliere Giorgio Pruccoli Questore dell’Assemblea legislativa inaugura, alla presenza della Presidente Simonetta Saliera, la mostra “Solfo & Carbone – Minatori e speleologi nella Romagna Orientale”.

Con queste iniziative la Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna aderisce al IX Giornata Nazionale delle Miniere (http://www.patrimonioindustriale.it/it/ix-giornata-nazionale-delle-miniere/)


Gessi e Solfi della Romagna Orientale

a cura di Maria Luisa Garberi, Piero Lucci e Stefano Piastra

I progetti a carattere multidisciplinare promossi dalla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna e dai gruppi speleologici ad essa federati si susseguono, ormai da diversi anni, con ritmo frenetico. Tutte le aree carsiche regionali sono state e saranno oggetto di studi articolati e complessi, compendiati in corpose monografie edite con cadenza quasi annuale.
Questo libro, accanto a temi più familiari quali i fenomeni carsici nel gesso, è centrato su un argomento inusuale – le miniere di zolfo – che, all’atto pratico, ha richiesto l’acquisizione di nuove competenze e nuovi strumenti per affrontare, in sicurezza, un ambiente, certo di grande fascino
e interesse, ma oggettivamente pericoloso.
Il progetto Gessi e solfi della Romagna orientale è, ancora una volta, il risultato di una straordinaria collaborazione tra FSRER, istituti universitari, associazioni locali, ricercatori e singoli studiosi in grado di affrontare argomenti e temi anche distanti dagli interessi usualmente connessi con il mondo della speleologia. (altro…)


Conferenza “Riesplorando le miniere di zolfo della Romagna Orientale”

Il 14 Gennaio 2017 alle ore 16,30, nella prestigiosa sede del Museo Geologico Giovanni Capellini a Bologna, via Zamboni 63, si terrà la conferenza “Riesplorando le miniere di zolfo della Romagna Orientale” dove saranno presentate da Maria Luisa Garberi le esplorazioni della Squadra Solfi nell’ambito del progetto “Gessi e Solfi della Romagna Orientale” della Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna.
La conferenza si gioverà della scenografica “location” della “Sala del Diplodoco”, il pubblico prenderà posto sotto il gigantesco scheletro del dinosauro che misura 26 metri di lunghezza e 4 di altezza che fu donato da Andrew Carnegie a Vittorio Emanuele III nel 1909 e da questi al Museo Geologico Giovanni Capellini.
Al termine della conferenza sarà possibile visitare, nell’adiacente Museo di Mineralogia “Luigi Bombicci”, l’importante collezione del Solfo di Romagna con splendidi pezzi proveniente dalle miniere oggetto della conferenza. La visita sarà guidata del Prof. Giuseppe Bargossi.

In occasione della conferenza sarà presentato in anteprima assoluta il volume “Gessi e Solfi della Romagna Orientale” che è il compimento dell’omonimo progetto della Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna, varato nel 2014 ed oggi conclusosi con la pubblicazione della relativa monografia inserita nelle Memorie dell’Istituto Italiano di Speleologia. Il volume sarà in vendita presso la sala della conferenza.

Intervenite numerosi


Solfo & Carbone, minatori e speleologi nella Romagna Orientale

Solfo & Carbone, minatori e speleologi nella Romagna Orientale
A Urbino, in occasione del “Simposio di Speleologia in Cavità Artificiali”, sarà possibile visitare la mostra “Solfo & Carbone, minatori e speleologi nella Romagna Orientale” sui parallelismi tra lo zolfo romagnolo e il carbone belga ricordando l’incidente di Marcinelle di cui ricorrono, nel 2016, i 60 anni.
La mostra è stata organizzata dalla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna, l’Unione Minatori Valmarecchia e il Museo Sulphur di Perticara e patrocinata dalla Società Speleologica Italiana.
La mostra sarà visibile dall’8 dicembre all’11 dicembre a Urbino presso la sede del Simposio nel Collegio Raffaello, via Raffaello 7.


Le miniere di zolfo nella Romagna Orientale

Sabato 28 Maggio 2016 alle ore 14,30 – 18,30 presso la sede del Quartiere Borello in Piazza San Pietro in Solfrino 465 a Borello di Cesena (FC), nel contesto dell’8a GIORNATA NAZIONALE SULLE MINIERE, si terrà il convegno: Le miniere di zolfo della Romagna Orientale

(altro…)